16 Settembre 2021

Legge “Salva Borghi”: l’elenco dei piccoli Comuni ammessi

Sulla Gazzetta ufficiale n. 220 del 14 settembre 2021 è stato pubblicato il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 23 luglio 2021 con l’elenco dei 5.518 piccoli Comuni sotto i 5 mila abitanti che potranno beneficiare delle risorse concesse dalla cosiddetta legge “Realacci” per opere di riqualificazione e recupero dei centri storici nonché per la valorizzazione dei medesimi comuni (L. 6 ottobre 2017, n. 158).

La legge 158/2017, come si ricorderà, ha introdotto l’adozione di misure in favore dei residenti nei piccoli comuni e delle attività produttive ivi insediate, con l’obiettivo di contrastarne lo spopolamento e di incentivare l’afflusso turistico. A tal fine la legge ha previsto l’istituzione di un fondo da 160 milioni di euro assicurando priorità ai seguenti interventi: qualificazione e manutenzione del territorio, mediante recupero e riqualificazione di immobili esistenti e di aree dismesse, nonché interventi volti alla riduzione del rischio idrogeologico; messa in sicurezza e riqualificazione delle infrastrutture stradali e degli edifici pubblici, con particolare riferimento a quelli scolastici; riqualificazione e accrescimento dell’efficienza energetica del patrimonio edilizio pubblico; acquisizione e riqualificazione di terreni e di edifici in stato di abbandono o di degrado.

I piccoli Comuni potranno inoltre realizzare interventi per il recupero dei centri storici finalizzati alla creazione di alberghi diffusi o acquisire stazioni ferroviarie disabilitate o case cantoniere per destinarli a presidi di protezione civile e salvaguardia del territorio ovvero a sedi di promozione dei prodotti tipici locali.

I piccoli comuni che potranno beneficiare dei finanziamenti, sono individuati nell’allegato A) del provvedimento e rientrano nelle tipologie previste all’art. 1, comma 2, della legge 6 ottobre 2017, n. 158, secondo i parametri definiti con il decreto del Ministro dell’interno in data 10 agosto 2020. Si tratta, a titolo esemplificativo, di comuni collocati in aree interessate da fenomeni di dissesto idrogeologico, comuni caratterizzati da marcata arretratezza economica o comuni appartenenti alle unioni di comuni montani.

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 23 luglio 2021

torna all’Archivio Notizie

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi